Translate

Visualizzazione post con etichetta casa a dublino. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta casa a dublino. Mostra tutti i post

Muoversi a Dublino con GoCar e DublinBikes

Dublino è una città piccola che può essere visitata anche a piedi, ma se ti va di visitare qualche altro posto è possibile farlo utilizzando l'auto e la bicicletta. 

GoCar

Se vuoi utilizzare un auto GoCar è quello che fa per te, il servizio sharing numero uno in Irlanda, si può noleggiare una macchina per qualche ora, l'unica pecca e che la si deve riportare dove si è noleggiata.

Utilizzare questo servizio è semplice, prima di tutto bisogna registrarsi, una volta inseriti i dati, bisogna inviare foto fonte/retro della patente, di solito l'accettazione arriva nel giro di poche ore.

Una volta ricevuta la mail di conferma è possibile iniziare ad utilizzare il servizio.
La prima cosa da fare è scaricare l'applicazione, disponibile per iOS e Android, con l'applicazione è possibile, grazie alla mappa, individuare la macchina più vicina.

Il video di GoCar.ie è molto semplice e spiega come è possibile prenotare, utilizzare e pagare.




Nel servizio è incluso: 
  • CARBURANTE: non devi preoccuparti il carburante è incluso nel prezzo, all'interno di tutte le auto vi è una carta prepagata che permette di fare carburante senza pagare nessuna differenza.
  • ASSICURAZIONE: l'assicurazione non è un problema è inclusa nel pagamento.
  • PARCHEGGIO: Il parcheggio è gratuito nella centro di Dublino.





La foto sopra rappresenta i prezzi, esiste anche la possibilità di poter prenotare un Van o un furgoncino e anche auto elettriche.

Cosa aspettate, come detto, basta scaricare l'app, seguire i step dell'iscrizione, caricare la patente ed è fatta.




Dublin Bikes

Il servizio sharing bici è chiamato "Dublino Bikes"  sponsorizzato da JustEat offre la possibilità di usufruire di bici che sono piazzate in varie stazioni sparse per la città, circa 100. 

Per le persone che sono in possesso della Leap Card è possibile associare la tessera cosi da utilizzare lo stesso metodo di pagamento.

La registrazione è semplice, basta andare sul sito ufficiale e procedere con la registrazione, come accennato se si è in possesso di una Leap Card, si può utilizzare la bici per mezz'ora a titolo gratuito.



Le tariffe illustrate sono per l'uso giornaliero, la tessera annuale costa 25€, se si ha l'idea di usarla per più volte è utile farla secondo me. 







È facile riconoscere le stazioni per noleggiare la bici, le bici sono comode e dotate di un cestino portaoggetti e una catena di sicurezza.


Le stazioni sono aperte dalle ore 05:30 alle ore 00:30, tranquilli se ritardate è possibile restituire la bici a qualsiasi ora.

Oltre ad essere estremamente economico, non si è obbligati a riportare la bici nella stazione dove si è noleggiata, ma basta trovarne un'altra e procedere alla restituzione.



Vediamo da vicino le biciclette:

  • Cambio a tre marce; sella imbottita e regolabile.
  • Manubrio antiscivolo; paraurti anteriore e posteriore antispruzzo. 
  • Campanello; luci posteriori e anteriori.
  • Paracatena e Campanello. 




Leggi anche il mio articolo sui mezzi di trasporto.



Per non perdervi ulteriori aggiornamenti iscriviti al mio blog Vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram cliccando qui: 
Antonio Caracallo

Dublino: Case & Affitti

Trovare una sistemazione a Dublino per un periodo medio - lungo può sembrare una situazione complessa, ma non impossibile.
La prima cosa da fare è cercare la zona d'interesse, che sia vicina o comunque ben collegata all'eventuale lavoro, l'università o qualsiasi punto d'interesse.

Una volta trovata la zona, bisogna spulciarla per intero, molte volte si possono trovare case in condivisione, stanze singole, appartamenti studio, simile ad un monolocale, ma se la ricerca dovesse rivelarsi più ardua del dovuto,  esistono delle agenzie che affittano delle stanze e che possono offrire anche un pacchetto casa/studio. 


I canoni d'affitto a Dublino, sono medio - alti vista la grande domanda per questo per ogni persona che rifiuta ad un appartamento, ce ne sono altri pronti ad accettare, infatti molti appartamenti possono essere visitati in modalità "open view" o meglio conosciuta come aperta al pubblico, in quel caso ci saranno altre persone che vedranno la casa con voi, vi verrano chieste referenze del lavoro, dell'attuale proprietario e un ipotetico salario annuale, nel momento in cui farete l'offerta, verrete contattati per saperne l'esito.
Bella gatta da pelare, ma come vi ho scritto, non è impossibile. 

Bene, ora vediamo dove poter cercare, esistono due siti, affidabili e seri, Daft.ieMyHome.ie e Rent.ie

Sia Daft che MyHome, offrono la possibilità di scaricare l'app, entrambe molto utili, veloci ed efficaci e ovviamente molto semplici da usare.

Su questi siti è possibile cercare casa, in affitto, in condivisione, acquistare ed è possibile cercare anche una casa vacanza, molto utile se il soggiorno a Dublino e di un mese o meno.
La prima cosa da fare è cercare la zona d'interesse, con i filtri è possibile affinare la ricerca cosi da renderla più veloce, ma soprattutto precisa. Sotto una foto del sito Daft.ie, veramente facile ed utile.

Sito Daft.ie

È importante precisare una cosa, il modo più sicuro per cercare casa è stare sul posto, diffidate di chi vi offre la casa, mentre state in Italia o altrove. 

Il più delle volte, vi chiederanno il pagamento di una caparra, per poi inviarvi per posta o tramite corriere, le chiavi. TRUFFA
Esempio di ricerca, Daft.ie
Come in tutte le capitali d'Europa, più si abita vicino al centro città, più aumentano gli affitti. Come già detto, questo "fenomeno" si verifica, perché c'è una richiesta smisurata e questo permette ai proprietari e le agenzie di giocare al rialzo.

Nello specifico, una casa con una camera da letto, un bagno ed una cucina può andare dai 900€ ai 1500€, ovviamente a seconda della zona, ma converrete con me, che parliamo di prezzi molto alti.

Zone di Dublino.
Nella foto che trovate qui al lato, potete farvi un'idea delle zone, le zone "centrali" sono Dublino 1 e Dublino 2, divise tra di loro dal fiume Liffey.
Le zone limitrofe, sono considerate vicino al centro, quindi avranno anche queste zone, avranno un prezzo "maggiorato."

Ovviamente nel caso di Dublino 7,  per esempio, ed in particolare vicino al Phoenix Park (il parco recintato più grande di  Dublino, che poi vedremo nel prossimo articolo), avremo una maggiore richiesta di affitti, per la vicinanza al parco.


Trovare una sistemazione ben servita dai mezzi è molto importante, perché non sempre è possibile trovare casa vicino a lavoro e per questo avere una fermata del bus o una stazione Luas nelle vicinanze, rende la cosa molto più semplice.


SE TI SEI PERSO L'ARTICOLO "MUOVERSI A DUBLINO" CLICCA QUI:



Anche su Facebook è possibile trovare una sistemazione, tramite i gruppi che ci sono, tante volte si trovano stanze o case in condivisione, ma anche li ATTENTI ALLE TRUFFE. Prima di pagare, accertatevi sempre dell'effettivo funzionamento delle chiavi e chiedete sempre una copia del contratto. In molti casi è probabile che ci sia un "RENT BOOK", in pratica un libro nel quale, il proprietario, annota e firma il canone mensile.


Bene, dopo aver visto i maggiori siti dedicati alla ricerca di un alloggio a Dublino, estendibili ovviamente anche alle altre città, come accennato ad inizio articolo, ci sono delle agenzie che offrono dei pacchetti che vanno, dalla sola sistemazione, pacchetto base,  al pacchetto completo, che include: alloggio, consulenza per il lavoro ed un corso d'inglese.
Oltre questo è possibile anche usufruire del loro servizio Tour.

Nello specifico queste agenzie si chiamano: Eazy City e Viva Dublin.

Io personalmente, mi sento di consigliare la prima, perché è stata quella che ho scelto, quindi posso assicurare che il servizio è ottimo. Io ho usufruito del pacchetto completo, ovvero, alloggio per un mese, corso d'inglese di un mese e cosa molto importante, il servizio lavoro, utile per chi vuole cercare lavoro, ma ancora di più per la preparazione di un Cv e di una Cover letter.
Inoltre, avendo la sistemazione con queste agenzie è possibile anche ricevere una lettera che attesta che voi alloggiate in Irlanda, molto utile per la burocrazia e per un eventuale lavoro.


SE VUOI SAPERNE DI PIU SULLA BUROCRAZIA IRLANDESE CLICCA QUI



Se cercate consigli o una panoramica su dove trovare un alloggio, quali sia le zone più o meno economiche, l'articolo che vi posto è molto utile, anche se di 4 anni fa, posso confermare che ad oggi nulla è cambiato: 


CURIOSITÀ

IL CONTRATTO VALE COME PROVA D'INDIRIZZO ?

No, molte volte la famosa Proof of Address o appunto, prova d'indirizzo, non può essere dimostrata col contratto di casa, il più delle volte basta, un'utenza, che porti il vostro nome e cognome, sono accettate sia l'utenza telefonica sia quella elettrica.

LE REFERENZE SONO OBBLIGATORIE ?

Ni, nel mio caso il mio proprietario o landlord, non ho voluto nessuna referenza, i precedenti landlord che ho incontrato hanno rifiutato anche più di 5 mensilità, ma nella maggior parte dei casi, SI, cercano le referenze, ma ci sono delle eccezioni, per esempio ci sono agenzie che chiedono dalle 2 alle 4 mensilità come deposito e garanzia.

BAGNI SENZA ELETTRICITÀ ...

E bene si, la maggior parte delle case in Irlanda, non è dotata di prese elettriche, questo per una questione di sicurezza, molte volte però è possibile trovare una presa che può essere utilizzata per i rasoi elettrici.

ESISTE IKEA ?

Purtroppo si, esiste IKEA, dico purtroppo, perché puntualmente e questo mi è successo quando ho vissuto a Roma, tu ti rechi lì per comprare una lampadina, ma non si sa come, ritorni a casa con un divano, una scarpiera, sedie e affini, insomma tutto, tranne la lampadina.
Consiglio: se vi trovate da Ikea e avete comprato più del dovuto, un opzione facile e veloce, per tornare a casa e quella di prendere un taxi, si può prenotare un taxi grande e caricare il tutto.

Se l'articolo vi è piaciuto lasciate un commento ed iscrivetevi. 
Grazie a tutti e alla Prossima. 
Vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram cliccando qui: 

Antonio Caracallo




Ultimo articolo

La realtà di una nursing home irlandese, vista dall’interno. Da circa un anno e mezzo lavoro in una nursing home a Dublino. La “ Marla...

Leggi anche