Translate

Visualizzazione post con etichetta viaggiare. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta viaggiare. Mostra tutti i post

Powerscourt Estate, il giardino che non ti aspetti a pochi passi dal centro di Dublino

Situato a soli 30 minuti dal centro di Dublino nasce questo spettacolare e curato giardino, composte da varie aree secondo National Geographic il Powerscourt Gardens è il terzo nella classifica mondiale dei 10 Top Gardens.

Terzo nella Top 10 Gardens della prestigiosa classifica di National Geographic e nella Top 10 delle dimore signorili del mondo, secondo Lonely Planet, il Powerscourt Gardens rientra nelle "cosa da vedere a Dublino".


Il parco nasce nella contea di Wicklow e misura circa 400 ettari di cui circa 20 ettari sono occupati dagli immensi e spettacolari giardini, all'ingresso del giardino si trova una bottega di articoli che a sua volta ospita un grazioso vivaio. 
Completano il tutto due campi da golf, le cascate e un immenso ed elegante Resort. 

Nel Resort vi è anche un caratteristico pub irlandese, nel quale si può assaporare la cultura culinaria irlandese. 

Il parco ha preso forma grazie al Lord Powerscourt che visitando le varie tenute reali europee ne trasse ispirazione, per questo vi sono delle aeree che richiamano alcuni dei posti visitati, in Europa e nel mondo. 

Per non perdervi niente vi consiglio di seguire la cartina che verrà fornita all'ingresso e armatevi di radiolina, che vi farà immergere interamente nella visita. 



Non poteva mancare un pizzico di italianità, non a caso appena si entra, subito dopo il tornello d'entrata, vi ritroverete nella prima parte, "The Italian Gardens" un vero è proprio spettacolo, oltre il giardino si scruta la Sugarloaf Mountain.  Il Giardino Italiano ospita anche due statue mitologiche, Apollo Belvedere e Diana, collezionate dal Lord nei suoi viaggi in Europa. 

"Triton Lake" è ispirata all'attuale fontana di Piazza Barberini, in Roma.

Ci vollero circa 12 anni per costruire le terrazze e più o meno 100 operai. 





Un altro vanto italiano è visibile al "The Walled Gardens" in questa zona vi è il "Julia's Memorial" laghetto tranquillo che venne dedicato, alla memoria della settimana Viscontessa Powerscourt, al centro potrete ammirare quattro busti che rappresentano i Maestri italiani dell'architettura, Michelangelo, Raffaello, Leonardo Da Vinci e Benvenuto Cellini. 

Questa parte del giardino ospita una vasta varietà di piante e di rose. Da notare il "Bamberg Gate" giunto qui direttamente dalla Germania. 





Dall'Italia al Giappone, a pochi passi dal Giardino Italiano vi è il "Japanese Garden" facilmente intuibile di cosa parliamo, era il 1908 quando il Visconte e la Viscontessa Powerscourt lo immaginarono.

In questa parte del parco potrete perdervi nella tranquillità ed i colori della tradizione orientale, tra cedri, le azalee e le palme vi sentirete per un attimo in Giappone. 

Non potete perdervi questa parte.


L'immenso Parco ospita anche il "Pet Cemetery" ovvero cimitero degli animali, il più grande d'Irlanda. Tra le lapidi si possono osservare i nomi, talvolta simpatici, di quelli che sono stati e saranno i migliori amici dell'uomo.


La Tower Valley è una valle facilmente riconoscibile, infatti non è difficile scrutare la Pepperpot Tower, che fu costruita per volere di Lord Powerscourt, sul modello di una pepiera che usava a tavola, per questo "desiderio" la torre prende, appunto, la sua forma. 




Clicca qui per orari e prezzi.
















L'infermiere visto come missionario piuttosto che professionista, perché?

Troppe volte l'infermiere è visto come un "missionario" e questo punto di vista forse andava bene parecchi anni fa, quando si discendeva dalla Nightingale e la figura infermieristica era intesa come sottoposto agli ordini dei medici. 


Detto questo, di tempo ne è passato e fortunatamente per noi, ma di più per i cittadini, la nostra Professione ha fatto passi da gigante, in teoria l'infermiere può fare diagnosi, può gestire ambulatori, può (con i dovuti titoli) partecipare attivamente alla ricerca scientifica, quindi oggi è intesa come vera e propria PROFESSIONE. 


Ho scritto in teoria, perché in alcune realtà e mi dispiace dirlo, l'infermiere si trova relegato ad attività domestico alberghiere che ahimè non rispecchiano l'attuale infermieristica, per carità non si storce il naso davanti a certe cose, ma è giusto che il cittadino e l'utenza tutta conosca che non è di competenza infermieristica, professionalmente parlando in tutta Italia si lavora sotto organico e alcuni, anzi troppi colleghi lavorano in costante stress e con unità mancanti se a questo poi si aggiungono le responsabilità di chi dovrebbe garantire un adeguato numero di unità infermieristiche e ausiliare il puzzle è completo. 

Quello che state leggendo è stato anche legiferato dalla legge qui sotto:


In pratica con l'istituzione dell'Oss le attività domestico alberghiere non sono più di competenza infermieristica, ma l'Oss collabora con l'infermiere, in teoria. 

Continuo a dire in teoria, perché anche qui sulla carta o meglio per la legge, c'è scritto una cosa, mentre in molte realtà succede l'opposto, le Aziende non assumono Oss e utilizzano le unità infermieristiche come jolly. 


Esatto veri e propri jolly della sanità, in questo modo si lavora il doppio, da infermieri e da Oss, questo porta a quello che leggerete in basso, ma in pratica porta ad un'assistenza che può essere precaria, sott'organico, stressante e dannosa per tutti, cittadini compresi. 

Questo non vuole assolutamente giustificare gli episodi che ci vengono presentati ogni giorno in prima pagina, ma anzi vuole dare al cittadino uno strumento per chiedere quello che gli spetta, in Italia c'è il più alto tasso di rapporto infermerie - paziente 1:13, negli altri paesi, 1:6, in parole povere un infermiere che deve prestare assistenza a 13 persone è esposto a rischi di salute, ma ancor di più il margine d'errore è incrementato. 

Ora non sta a me cercare i colpevoli di questo e lungi da me fare politica, ma i continui tagli alla spesa sanitaria, così come l'istruzione, ha penalizzato il Sistema Sanitario Nazionale, una volta fiore all'occhiello di questo paese? 
In attesa di risposte concrete, il minimo che si possa fare e impegnarci costantemente e pretendere che qualcosa cambi. 

Da un paio d'anni l'infermiere è diventato quasi uno "strumento" politico, ma ad oggi si è visto ben poco, un cittadino poco informato sulla nostra professione, una professione che fatica a trovare il giusto posto nella sanità, ma soprattutto nella società e i professionisti stessi che, nel massimo sconforto vanno avanti perché credono in questa professione. 

Dalla mia esperienza all'estero sto imparando tanto e sarebbe bello partecipare come parte attiva al cambiamento che ci spetta, che gioverà al cittadino in primis e poi alla nostra professione. 

Quello che da anni gli infermieri italiani chiedono è "soltanto" un giusto riconoscimento professionale e sociale, questo può arrivare sicuramente con la costante formazione degli stessi, ma anche con una giusta "pubblicità" si deve arrivare al cittadino e informarlo che dietro ai sorrisi, all'empatia e le altre cose, vi sono professionisti, alla pari dei medici, dei radiologi e delle altre professioni sanitarie. 

Informare correttamente i cittadini è un dovere ed essere informati è un diritto. 



Perché Londra appare affascinante agli occhi di un turista?

Londra, capitale del Regno Unito e forse capitale dello Street Food europea, ospita circa 8 milioni di persone, di cultura, religione e razza diversa. 

In giro per la città è possibile ricostruire i secoli di storia, nei quali Londra si è affermata e continua ad affermarsi una delle città più evolute in Europa.

La prima cosa che salta agli occhi, una volta arrivati in città e il mescolarsi del vecchio e del nuovo, per questo è possibile ammirare palazzi con duecento anni, vicino a costruzioni in vetro ed acciaio, appare mastodontica per le dimensioni delle costruzioni. 

Camminando nella city, poi, è possibile imbattersi in variegate personalità, turisti, punk, impiegati e lavoratori e mendicanti. 

Perennemente affollata, da decenni ormai, Londra è meta di turisti e di lavoratori, che lasciano il proprio paese per cercare un nuovo lavoro o come capita, alcune volte, in tanti arrivano per studiare e poi ci restano. 

Street Food e Market.

Per gli amanti dello Street Food come me, Londra riserva dei fantastici Market, nei quali è possibile incontrare molteplici varietà di culture culinarie, dal dolce al salato, dalla limonata al cappuccino, dal cinese al tailandese ecc. 

Camden Market

Insomma se siete amanti dello Street Food e alla continua ricerca di sapori nuovi, non potete non visitare almeno uno di questi market:
Camden Market
Borough Market 
Smithfield Market 
Greenwich Market
Portobello Market
Questi sono solo alcuni dei Market che potreste e dovreste visitare, una volta arrivati a Londra.








Il piatto tipico che potreste assaggiare il famoso Fish&Chips, ma non delude nemmeno un "semplice" panino con salsiccia, formaggio e cipolla, ovviamente c'è una scelta vastissima di alimenti. 
La cosa sicura è che oltre all'imbarazzo della scelta, vi perseguiterà il rimorso di voler mangiare altro.

Greenwich Market.

Tower Bridge




















Cose da Vedere

Le tappe da fare a Londra sono tante e se vi interessa la storia, potete leggerla in giro per la città, ma una visita fondamentale, resta visitare la Torre di Londra, in quel castello, c'è un pezzo di storia inglese ed è possibile anche ammirare i gioielli della regina. 
Visita che vale la pena fare, meglio ancora se accompagnata da un audio guida. Torre di Londra e Tower Bridge sono vicini. 

Trafalgar Square racchiude un pezzo di storia, imponenti statue commemorative rendono omaggio a chi ha contribuito alla Londra moderna. 

Buckingham Palace non ha bisogno di presentazioni, residenza ufficiale del sovrano del Regno Unito, merita sicuramente di essere vista. 

Big Ben l'immenso orologio che domina Westminster è l'inequivocabile segno di Londra, quattro faccia che guardano altrettanti lati della città.

Greenwich è un borgo reale, che ha dato i natali a molti componenti della famiglia reale dei Tudor, qui è possibile visitare l'osservatorio ed ammirare il meridiano omonimo, che appunto passa in questa zona.

Completano l'opera, per una visita veloce: London Eye e Piccadilly Circus

La prima è l'ormai famosa, ruota panoramica che permette di vedere Londra dall'alto; la seconda ospita un incrocio, nel quale vi è un immenso schermo gigante, questa zona è punto di ritrovo per tanti, vista anche la presenza della fermata della metro omonima.

Parchi

Per gli amanti della natura, Londra al suo interno raccoglie molti parchi, nei quali è possibile passeggiare, fare yoga, joking o semplicemente sedersi e godersi un momento di relax.
  • Regent's Park - ospita lo zoo di Londra.
  • Green Park - ospita sentieri secolari ancora percorribili.
  • Hyde Park - ospita la fontana in memoria di Lady D.
  • Kyoto Garden - Giardino giapponese.

Mezzi di trasporto

I mezzi di trasporto sono vari, oltre ai classici Bus a 2 piani, vi imbatterete sicuramente nei caratteristici Taxi, ma la rivoluzione "datata" ed in continua evoluzione e Il Tubo

Se osserviamo un attimo i numeri, possiamo immaginare il perché: 

la rete metropolitana è la più antica del mondo e la più estesa del mondo, si stima che sposta più o meno 28 milioni di persone l'anno, con 11 linee e più di 450 stazioni, raggiunge una lunghezza che supera di poco i 400km, e con i suoi 155 annidi storia, resta la metropolitana più efficiente. 



Anche se la foto non rende le giuste misure, possiamo capire, osservando i colori, le varie linee che si intrecciano tra di loro. Alcune stazioni si trovano a circa 20 metri di profondità. Questo per dare un'idea del lavoro fatto per renderla efficiente oggi.

La città è attraversata dal fiume Tamigi che nei secoli scorsi ha rappresentato, per la città una valida tratta commerciale. 

Sicuramente per chi vive a Londra, ci saranno cose che non vanno o cose che dovrebbero essere migliorate e/o ampliate, ma agli occhi di un turista che arriva a Londra per la prima volta, sembra affascinante e ricca di opportunità.





Se l'articolo vi è piaciuto lasciate un commento ed iscrivetevi al blog.

Grazie a tutti e alla Prossima. 

Vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram cliccando qui: 


Antonio Caracallo



Ultimo articolo

Nuovo sito Un Infermiere a Dublino

Ciao a tutti questo sarà l'ultimo articolo che pubblicherò su questo blog.  Questo perchè è stato creato un nuovo sito dedicato &q...

Leggi anche